Sporcarsi le mani contro i colonialismi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Sei artisti di discendenza africana che invitano con le loro opere a riflettere sugli stereotipi culturali e sugli atteggiamenti neo coloniali. Sono i temi al centro dell’esposizione collettiva “Sporcarsi le mani per fare un lavoro pulito”, in corso al Murate Art District di Firenze. Ne parlo sula Lettura del Corriere della Sera in edicola questa settimana, numero disponibile anche agli abbonati alla nuova app del settimanale.

Foto: Mbarek Bouhchichi, Terre, Installation, Terracotta, 2019. Savvy Contemporary