casadelrasoio_02

La barba col rasoio elettrico non la faccio più

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Infiniti cassetti di legno con testine, lame, ricambi, pennelli per la pulizia, lozioni prebarba “preparate con una nostra ricetta esclusiva”. Vecchie pubblicità dove uomini sorridenti si accarezzano la faccia compiaciuti e soddisfatti delle meraviglie dei loro rasoi elettrici, i cui vecchi modelli facevano bella mostra di sé nelle vetrine sul bancone: Philips, Braun, Remington, Sunbeam. Era una capsula del tempo la Casa del rasoio elettrico di via Cimatori a Firenze, subito dietro Orsanmichele, un passo da piazza Signoria, due dal duomo.  Il 31 dicembre 2018 il negozio ha chiuso definitivamente i battenti. Un altro esercizio storico – era aperto nel 1954 – che se ne va. Impossibile non leggere la malinconia sui volti, naturalmente sempre sbarbati alla perfezione, di Massimo Calvelli e Giovanni Mancini, i titolari. Che ricordano come agli esordi, ci fossero dietro al bancone tre postazioni per la riparazione, “e lavoravano tutte e tre a pieno ritmo. Sa, prima, si preferiva riparare piuttosto che gettare…”. Adesso quelle inconfondibili insegne dai caratteri vintage su via dei Cimatori rimarranno per sempre spente. Forse è il momento di citare Battiato: “La barba col rasoio elettrico non la faccio più”.

previous arrow
next arrow
Slider